Mille libri per la biblioteca di Medolla (Mo)

Dopo il terremoto in Emilia del 20 e 29 maggio 2012 le Edizioni U.C.T. di Trento e gli editori dell'“Associazione Editori Trentini”, con il coinvolgimento dell'Assessorato alle attività culturali della Provincia Autonoma di Trento, hanno voluto donare al Comune di Medolla, in provincia di Modena, oltre un migliaio di volumi per arricchire l'attuale biblioteca comunale, seriamente danneggiata dal sisma.


Da sx: Romano Roversi, l'assessore all'ambiente di Medolla Patrizia Sgarbi, il Capo Gabinetto dell'Assessorato alle attività culturali della PAT Michele Bortoli, il direttore di U.C.T. Sergio Bernardi, il sindaco di Medolla Filippo Molinari, il dirigente del servizio attività culturali della PAT Claudio Martinelli.


La biblioteca rappresenta una foresta piena di possibilità di attingere e portare informazione e comunicazione: in sostanza un luogo dove avvengono incontri, confronti, dibattiti, scambi per creare la cultura dal basso e per far ripartire la vita. La cultura, e solo la cultura, attraverso gli scambi interculturali, i confronti tra etnie e religioni diverse, ci permetterà, non solo di superare la crisi, ma anche favorire uno sviluppo creativo e produttivo.
Nella giornata piovosa di sabato 2 febbraio siamo partiti destinazione Medolla, noi del gruppo culturale di U.C.T. (Sergio Bernardi, Marianna Calovi, Rudi Concer, Lidia Saija), Michele Bortoli, Capo Gabinetto dell'assessore Franco Panizza, Claudio Martinelli dirigente del Servizio Attività Culturali e Valentina Bortolamedi della segreteria dell'Assessorato alle attività culturali. Ci hanno accolto il sindaco di Medolla Filippo Molinari, il vicesindaco Giuseppe Ganzerli, l'assessore all'ambiente Patrizia Sgarbi, l'assessore alla cultura e la bibliotecaria negli uffici comunali che sono ancora dislocati nei container. Dopo i saluti ufficiali e la calorosa accoglienza abbiamo visitato la nuova biblioteca comunale, inaugurata sabato 26 gennaio dopo un intervento di restauro. In contrasto con il grigiore della giornata e con le macerie ancora visibili, i colori vivaci di una biblioteca portata a nuova vita. Nel paese di Medolla sono evidenti le ferite ancora aperte provocate da un terremoto che ha reso inagibili molte case ed edifici, costringendo le persone a vivere fuori casa, e ha danneggiato seriamente i locali del Comune, il campanile, la chiesa e il cimitero. Un brindisi, preceduto dal discorso di ringraziamento del sindaco, pieno di gratitudine per la donazione, ha concluso questa giornata, ricca di umanità e preziosa occasione di incontro.
Le case editrici trentine che hanno collaborato al progetto avviato da Sergio Bernardi, direttore del Gruppo culturale U.C.T. sono: Artimedia Giovannini, Curcu&Genovese, Documentazione Luserna, Editrice Saturnia, Emanuela Zandonai, Erickson, Esperia, Fondazione Museo Storico del Trentino, Gruppo editoriale Tangram, Il Margine, Keller editore, Panorama, Reverdito Luigi, Temi, Innocenti Luciano, Osiride, Assessorato alla cultura della PAT.
Aver donato la risorsa di cui disponiamo, i libri, contribuendo a migliorare la qualità della vita delle persone che sono state colpite da questa calamità, ci ha fatto sentire più utili, meno impotenti.
A completamento della donazione porteremo altri volumi che alcuni musei e altre case editrici del Trentino hanno deciso di devolvere. Questi si sommeranno ai quarantadue scatoloni pieni di libri che sono già stati portati nella giornata del 2 febbraio.