Gli aromi dei sogni

Autori Vari


Gli aromi dei sogni
Storie di speranza e riscatto


Testi Simona Gualandris
Poesie Mostafa Souikika
Coordinamento editoriale Lorenzo Boccagni
Traduzione al tedesco Wolftraud de Concini e Clotilde Principe

pagine 144
formato 230x280mm
confezione brossura
ISBN 9788896014868
lingue italiano e tedesco – colori
euro 22,00 iva inclusa


Sono ormai parte del nostro avvilente spettacolo quotidiano le immagini di grappoli di migranti che, aggrappati disperatamente a barconi traballanti, rischiano la vita in cerca di miglior sorte. Migliaia di vite in fuga da quotidianità insostenibili, fughe in attesa di lidi sognati come luoghi di speranza e di riscatto. Sospinti dalla crisi delle campagne, milioni di contadini provenienti da contrade, valli e altopiani rurali si riversano nelle megalopoli dei loro paesi per trovarvi infine un destino miserabile di disoccupazione e precarietà; e la disperazione necessaria per giocarsi la scommessa della corsa sul mare verso la salvezza.
Leggi tutto…

Le stanze del vento

Bertoluzza Giulio, Facchini Paolo, Iorio Francesco

Le stanze del vento
Diario di un eremos trekking fra i monasteri del Nepal

Pagine: 88
Euro: 14,00
Formato: 21x21 cm
Confezione: cartonato
Codice ISBN: 978-88-6876-131-8

Come un cielo vuoto senza nuvole. Le stanze del vento rievocano l’antica sala di un monastero nepalese le cui finestre sono spalancate da tempo immemore. L’alito delle cime himalayane ne varca la soglia, pervade lo spazio interno e trova nelle colonne affrescate, nei drappi, nei soppalchi, la sua alcova d’elezione. In essa effonde lo spirito della montagna e da essa raccoglie la mistica umana più pura per trasportarla all’esterno e farne patrimonio universale.
Siamo esseri in viaggio, amanti del cammino come prima forma di conoscenza, propensi ad indagare lo sconosciuto e farne appunto. Così ha preso forma questo diario, scritto a tre mani, che racconta l’esperienza concreta di un trekking fra i monasteri del Nepal, arricchito dalle pratiche di meditazione e preghiera condivise con i monaci e le monache che abitano quelle terre alte.
Al lettore accorto, al pellegrino, non rimane quindi che sedersi in silenzio ad ascoltare il canto del vento che trapela dalle pagine, per ritrovarsi infine in quella antica sala, anch’egli parte, ordito e trama dell’anima del mondo.


Leggi tutto…

I Saluti massaggiati del corpo

Beatrice Andalò


I Saluti massaggiati del corpo
Tatto, ritmo, rima: interazioni e rinforzi tra processi funzionali, emotivi e cognitivi

llustrazioni di Paola Manconi
allegate “cartoline gioco” con filastrocche di Piccolo Mo
pagine 116
formato 160x215 mm
confezione brossura
ISBN
9788896014851
euro 15,00 iva inclusa
prima edizione ottobre 2016



“I Saluti massaggiati del corpo. Tatto, ritmo, rima: interazioni e rinforzi tra processi funzionali, emotivi e cognitivi”, collocato all’interno del cofanetto “Nascere insieme”, primo libro della collana “Itinerari corporei”, propone un’esperienza di contatto chiamata “Saluti massaggiati”.
Si tratta di brevi massaggi accompagnati da altrettante brevi filastrocche in rima. I Saluti possono offrire alla diade caregiver-bambino intensi momenti di scambio, in cui la relazione passa principalmente attraverso il contatto fisico e il linguaggio verbale.
Il libro prevede una prima parte di carattere teorico in cui viene approfondito il significato del massaggio e della filastrocca nello sviluppo del bambino e della relazione genitoriale.
Leggi tutto…

Io, di molti

Claudio Morelli


Io, di molti
Poesie

Pagine: 160
ISBN 978-88-96014-88-2
Prezzo: 16 euro iva inclusa
Formato: 115x165mm
Confezione: brossura a filo.


Claudio Morelli è un frequentatore di poesia, un grande lettore, colto e curioso, che non ha paura ad avventurarsi sui sentieri impervi della letteratura e in particolare della poesia. Non tutti amano e sanno leggere la poesia; non è facile comprenderla compiutamente, servono pazienza e umiltà.
Dieci componimenti raccontano altrettante città d’Europa, prese a simbolo universale della storia umana, ma non ci sono verità definite e anche il poeta è alla ricerca di risposte, si muove ramingo e ascolta il risuonare incerto dei suoi passi sull’acciottolato
A Gerico guarda la città dal sicomoro, come Zaccheo, quasi volesse mettere in guardia il lettore che non troverà la verità nelle sue poesie, non ci si aspetti nulla, è un pubblicano, come Zaccheo. Nel peregrinare tra le città di Gerico, Gerusalemme, Torino, Firenze, Leopoli, Roma, Vilnius, Zurigo, Venezia e Parigi il poeta rintraccia i segni della storia che ha segnato l’Uomo. Sono le guerre, le persecuzioni, l’Olocausto, le religioni spesso origine di odio e rancori, la velocità e la spregiudicatezza della modernità, il peso di poteri e dittature, la bellezza delle arti, la forza dei marmi dei bronzi dell’oro, il suono di riti lingue e favelle. I passi delle donne e delle fanciulle sembrano far rinascere la vecchia Europa dalle macerie del Novecento e allontanano il suono rauco e terribile dei cannoni e delle mitragliatrici.
Leggi tutto…

Al tocco della campana a stormo

Alberto Mosca


Al tocco della campana a stormo
Pagine: 104
ISBN: 88-978-87439-47-2
Prezzo: 15,00 Euro

 
Un nuovo contributo alla storia dell’insurrezione hoferiana del 1809 nelle valli di Non e di Sole viene dall’analisi di un importante carteggio d’epoca, ritrovato nell’archivio del grande storico di Terzolas, Giovanni Ciccolini. Ordini, proclami, rendiconti di spese permettono di comprendere la portata di avvenimenti che hanno segnato le nostre valli durante i primi decenni dell’Ottocento.
Con questo nuovo lavoro Alberto Mosca, che nel 2009 ha curato una mostra documentaria nel Palazzo Assessorile di Cles nel contesto delle celebrazioni del Bicentenario hoferiano, torna su un tema di cui si occupa fin dal 1997, con la pubblicazione di studi e articoli riguardanti l’epopea napoleonica e l’insurrezione guidata da Andreas Hofer. Nelle pagine di questa nuova pubblicazione emerge, ancora una volta e in maniera inequivocabile, la partecipazione della popolazione nonesa e solandra all’insurrezione popolare tirolese, così come l’impegno, gravoso, delle amministrazioni comunali nel far fronte alle vicissitudini di quel periodo storico. Il volume, sostenuto dal Comune di Terzolas e dalla Regione Trentino-Alto Adige/Südtirol, si pregia di una presentazione di Mauro Nequirito, storico degli ultimi secoli del Principato vescovile trentino.
Leggi tutto…

Trentino

A cura di Alberto Folgheraiter

Trentino
Meraviglioso Wunderbar Wonderful

Pagine: 240
Euro: 35,00
Formato: 28x28 cm
Confezione: cartonato
Codice ISBN: 978-88-6876-119-6

Il Trentino dei laghi e delle Dolomiti, dei boschi e della fauna, della storia e della cultura, il Trentino degli uomini che lo abitano da ottomila anni è proposto in questo libro fotografico affidato a una decina di fotografi. Hanno fissato immagini conosciute e scorci inediti di una terra a forma di farfalla, frastagliata nelle sue diramazioni e nelle sue valli come una foglia di vite. Un paesaggio da fiaba dove scorre il vino fin dal tempo dei Reti e dove sgorga l’acqua dei ghiacciai millenari.
Un territorio che, per conformazione geografica e indole dei suoi abitanti, ha sempre fatto da ponte fra due culture: il mondo latino e il mondo germanico. Per quasi mille anni fu terra dell’imperatore ma il Papa di Roma vi convocò un concilio, il Tridentino, che per secoli segnò la storia della Chiesa e con essa dell’umanità cristianizzata.
Piccola terra dentro l’Europa, il Trentino vive al proprio interno un caleidoscopio di culture e di lingue, di etnie e di popoli antichi: dai Ladini di Fassa ai Mocheni della Valle del Fersina, ai Cimbri degli altipiani di Folgaria e Lavarone. Una piccola terra fra i monti che, dal 1948, gode di una speciale autonomia amministrativa che in mezzo secolo ha portato sviluppo, benessere diffuso, e ha consentito di investire nella cultura, nell’arte e nella cura del paesaggio cospicue risorse. Fin dalla metà del XIV secolo, simbolo della città e del territorio provinciale è un’aquila fiammeggiante, lo stemma boemo di San Venceslao, a testimonianza di antichi legami con il cuore d’Europa.
Leggi tutto…

Fortificazione e operazione

Willibald Richard Rosner

Fortificazione e operazione
Lo sbarramento degli Altipiani di Folgaria, Lavarone e Luserna

Pagine: 768
Euro: 39,00
Formato: 17x24 cm
Confezione: brossura
Codice ISBN: 978-88-6876-124-0


Il volume esamina la Prima guerra mondiale da un punto di vista molto particolare: la trasposizione di un’idea operativa in un concetto fortificatorio, con le relative conseguenze. L’interesse dell’autore si rivolge in particolare verso lo sviluppo concettuale dei piani di fortificazione, nonché verso l’evoluzione tecnica e architettonica delle opere progettate e costruite sugli altipiani di Folgaria, Lavarone e Luserna, sotto l’influsso delle riflessioni operative del capo di Stato Maggiore dell’esercito austro-ungarico Franz Conrad von Hötzendorf (1852-1925), a partire dal 1907.
Nel quadro di queste riflessioni, lo sbarramento austro-ungarico degli altipiani costituiva il perno di un’area di radunata fortificata, il cui scopo era di creare i presupposti per un’offensiva dalle vallate alpine verso il Veneto. La nascita di quest’idea e delle relative componenti fortificate vengono presentate tanto nel contesto storico dello sviluppo della fortificazione austriaca di montagna nel XIX e nel primo XX secolo, quanto anche nel loro stretto nesso con i fondamenti dei piani di guerra di Conrad contro il Regno d’Italia. Allo scopo di fornire un quadro quanto più completo possibile, l’autore non trascura di esaminare i piani di guerra contro l’Austria sviluppati dallo Stato Maggiore italiano, dalla fine dell’Ottocento sino allo scoppio della Grande Guerra, e di descrivere le opere di fortificazione permanenti italiane realizzate nello scacchiere strategico degli altipiani.
Leggi tutto…

Sulle tracce degli antichi pastori

Diego E. Angelucci - Francesco Carrer


SULLE TRACCE DEGLI ANTICHI PASTORI.
ARCHEOLOGIA E TERRITORIO A ORTISÉ E MENAS

Pagine: 32
ISBN: 978-88-87439-41-0
Prezzo: 8,00 Euro
Collana: Nitida Ethnos


Un volumetto divulgativo racconta la ricerca archeologica sugli antichi pascoli della Val di Sole. In esso si dà conto in forma chiara della nuova campagna di ricerca sui monti di Ortisé e Menas, nel comune di Mezzana, nel contesto del progetto di ricerca Alpes, sviluppato dal Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Trento in collaborazione con l’Ufficio Beni Archeologici della Provincia autonoma di Trento e con il Programma Terre Alte del Club Alpino Italiano. Il progetto è supportato dal Comune di Mezzana e ha inoltre ricevuto, per gli anni 2014 e 2015, un aiuto finanziario dal programma LEADER Val di Sole. Alpes sta per “Alpine Landscapes: Pastoralism and Environment of Val di Sole”, ovvero “Paesaggi alpini, pastorizia e ambiente in Val di Sole”). Il progetto, avviato nel 2011, ha come scopo lo studio della pastorizia nelle aree d’alta quota, per capire come venissero sfruttate le zone montane dall’antichità fino ai nostri giorni, anche in vista di un futuro percorso di valorizzazione del patrimonio culturale e territoriale delle terre alte. Leggi tutto…

I villaggi dai rami di rovo

Alberto Folgheraiter

I villaggi dai rami di rovo
Viaggio nel Trentino del terzo millennio


Pagine: 256
Euro: 35,00
Formato: 24x30 cm
Confezione: cartonato
Codice ISBN: 978-88-6876-091-5


Vendono casa o spostano la residenza.
È il fenomeno, all’apparenza contraddittorio, che ha attraversato i villaggi di montagna del Trentino tra la fine del 2013 e l’autunno del 2015. Si vende, perché la casa delle radici non ha più eredi o ne ha troppi, per cui nessuno ne può godere interamente i frutti. Oppure, si sposta la residenza di città nel villaggio che un tempo fu teatro dell’abbandono, perché la fiscalità senza fondo chiude gli occhi soltanto di fronte alla casa di abitazione: la prima. In tal modo si assiste pure a un altro fenomeno: coppie che si separano non già o non solo in nome di un rapporto usurato, ma per dimostrare, carte alla mano, residenze differenti. Unica scappatoia per aggirare la tassa di possesso dell’abitazione. Che poi siano residenti effettivi o per qualche settimana all’anno, è tutto da verificare.
Quelle dimore che un tempo furono sprangate per un’emigrazione (nelle intenzioni: definitiva) sul fondovalle, nel corso dei decenni videro nuovi acquirenti o il ritorno degli eredi dell’abbandono. Quei muri anneriti e poi sbiancati e poi ancora anneriti, passarono di mano. Altri caddero in rovina, lasciando spazio ai cespugli e alle piante spontanee che in un baleno infestavano gli incolti.
Non più e non solo “camini spenti” nel Trentino del Terzo millennio. Leggi tutto…

Quando i mocheni giunsero al mare

Claudio Morelli


Quando i mocheni giunsero al mare
Scorciatoie e raccontini di una vita in folle

Pagine 168
Formato 140x200 mm
Confezione brossura
ISBN 9788896014738
Euro 16,00 Iva inclusa
Prima edizione ottobre 2015


Dalla presentazione di Lino Beber
«O tempora, o mores» tuonava Cicerone nelle sue orazioni contro Verre e contro Catilina e possiamo tradurre: «cambiano i tempi, mutano i costumi» e Claudio, che non è solo uno scrittore, ma prima di tutto un poeta, osserva e descrive il mutare del corso dei tempi e la sua penna scorre veloce e arguta a descrivere avvenimenti e sentimenti.
Claudio per alcuni anni è stato un buon ciclista dilettante, continuando la sua attività di sportivo durante il periodo di leva militare presso il centro sportivo sempre con buoni risultati, tanto da essere tentato di continuare la carriera sportiva, come l’amico Marcello Osler. In quel periodo, avendo superato il concorso magistrale, fu chiamato per iniziare la sua carriera di maestro e, appese al chiodo le due ruote, scelse la vita di maestro elementare che ha svolto con diligenza in varie scuole della valle dei Mocheni e poi nel Perginese. Tutti i suoi scolari ricordano con simpatia e affetto il maestro Claudio. La sua scelta di passare dalla bicicletta all’arte dell’educatore è stata sicuramente indovinata e la sua grande passione per la poesia e per la letteratura si esprime ora nella sua produzione di scrittore, poeta, commediografo.Leggi tutto…

Caldes, storia di una nobile comunità

Alberto Mosca


Caldes, storia di una nobile comunità

Pagine: 356
Formato: 17 x 24 cm
Confezione: Brossura cucita
ISBN: 978-88-87439-40-3
Prezzo: 20,00 Euro
Collana: Nitida Ethnos


La bassa Val di Sole per secoli si è distinta per la forte presenza nobiliare, significativa nell'ambito della storia della regione trentino-tirolese. Prima i Caldes e poi i Thun, le cui vicende si sono dipanate intorno al duecentesco Castel Caldes e alla Rocca di Samoclevo; ma poi anche i Flavon e gli Spaur, oltre ad un ricchissimo panorama di famiglie nobili locali che hanno segnato la propria esistenza in un centro storico prezioso. Ma la storia del territorio di Caldes, viva fin dall'XII secolo, viene ripercorsa in questo libro sotto vari aspetti, dall'agricoltura all'associazionismo, dalle vicende più tragiche alle chiese e alla comunità religiosa. Una approfondita ricerca archivistica e bibliografica danno all'opera una solida base, sulla quale costruire ulteriori approfondimenti sulla storia di Caldes e sul territorio della bassa Val di Sole. Leggi tutto…

La scelta di Cesare

Pino Loperfido

La scelta di Cesare

Un monologo


Pagine: 112
Euro: 10,00
Formato: 13x20 cm
Confezione: brossura cucita
Codice ISBN: 978-88-6876-087-8

Quando una generazione si prepara a succedere ad un’altra si assiste spesso allo scoppio di una piccola guerra fatta di screzi, battibecchi e rancorosi silenzi. Un po’ come quando una dominazione politica o militare deve lasciare il posto ad un’altra. Solo che lì la guerra diventa più grande e solitamente coinvolge interi popoli, anziché genitore e figlio solamente.
Gian Paolo Tomazzini ha 61 anni e un matrimonio fallito alle spalle. Ha trascorso la sua vita assolvendo diligentemente tutto il compitino esistenziale: ha cresciuto da solo l’unico figlio, ha lavorato, si è costruito una sufficiente posizione economica, evitando scossoni, celandosi nella nebbia del qualunquismo, sguazzando nell’ignavia del perfetto perbenista, defilandosi opportunisticamente tutte le volte che si è trattato di dover scegliere.
Suo figlio Cesare, invece, ha circa vent’anni, è un ragazzo normale, come ce ne sono tanti.Leggi tutto…

Più con meno

Beatrice Andalò

Più con meno
Attività psicomotoria obliqua con i materiali poveri

illustrazioni di Paola Manconi
allegate “cartoline gioco” con filastrocche di Piccolo Mo

pagine 76
formato 160 x 215 mm
confezione brossura
ISBN 9788896014707
euro 12,00 iva inclusa
prima edizione luglio 2015
 

“Più con meno. Attività psicomotoria obliqua con i materiali poveri”, collocato all’interno del cofanetto “Corpo, mente & cuore”, è il terzo volume della collana “Itinerari corporei” e approfondisce l’approccio obliquo all’attività psicomotoria, inoltre con l’aiuto di Piccolo Mo, suggerisce alcune attività, accompagnate da filastrocche (situate nelle “cartoline gioco” allegate allo stesso) per giocare con i materiali riciclati.
Leggi tutto…

La modernità di Maria Montessori

Autori Vari


LA MODERNITÀ DI MARIA MONTESSORI TRA SCIENZA E PEDAGOGIA
ATTI DELLA TAVOLA ROTONDA
SABATO 22 NOVEMBRE 2014 • TEATRO S. MARCO
a cura dell’Associazione Il Melograno - Centro Informazione Maternità e Nascita - sede di Trento



pagine 76
confezione brossura
formato 150x210 mm
euro 10,00 iva inclusa
prima edizione agosto 2015


Il pensiero e il metodo educativo di Maria Montessori rappresentano una proposta culturale di altissima qualità che, permette di «resistere al rumore delle mode didattiche e pedagogiche, di pensare l’essenziale, di distinguere l’importante dall’interessante» e capire che “l’importante”, oggi più che mai è il bambino, quel singolo bambino, a scuola e in famiglia, con la sua storia, i suoi desideri, le sue capacità, i suoi bisogni.
Leggi tutto…

Birre trentine

Giovanna Rauzi e Jacopo Tomasi

Birre trentine

Birre artigianali, storie di giovani intraprendenti, itinerari nelle valli trentine e ricette stellate


Pagine: 128
Euro: 14,00
Formato: 12,5x20 cm
Confezione: brossura cucita
Codice ISBN: 978-88-6876-086-1


Sono questi gli "ingredienti" alla base del primo libro-guida sui birrifici artigianali del Trentino.
Da alcuni anni, infatti, il fenomeno della birra prodotta artigianalmente è in costante crescita e anche in Trentino sono nate nuove realtà. Spesso grazie a giovani appassionati e coraggiosi che si sono messi in gioco.
Questo libro-guida racconta le loro storie: la passione che diventa lavoro, lo studio che diventa prodotto. Permette di scoprire i 13 birrifici artigianali del Trentino e i territori nei quali si trovano.
Accanto ad ogni storia vengono presentati spunti e suggerimenti per conoscere luoghi suggestivi delle valli trentine: dal Primiero alla Rendena, da Peio a Folgaria.
Infine, tredici birre sono state sapientemente abbinate a piatti della tradizione rivisitati in chiave moderna da Diego Rigotti, il più giovane chef stellato d'Italia.
Un tocco in più per una guida originale che racconta storie, prodotti e territori stuzzicando la curiosità.

Storia di Ernesto il fuco maldestro

Emanuela e Sandro Gottardi


Storia di Ernesto il fuco maldestro
testi di Sandro Gottardi
illustrazioni di Emanuela Gottardi
patchwork realizzati in stoffa e altri materiali dal Laboratorio “Il tempo buono”
(Emanuela e Silvia Gottardi, Giulia Fedrizzi)
coordinamento editoriale Adriana Gottardi



pagine 40 illustrato
confezione brossura
formato 295x240 mm
euro 16,00 iva inclusa
prima edizione luglio 2015
collana laboratorio “il tempo buono” 2


Nell’alveare vivono tre tipi di api: c’è una regina, madre di tutte le altre api, il cui compito principale è quello di deporre le uova.
Ci sono poi le api operaie, tutte femmine, che svolgono i lavori necessari per la vita della famiglia.
Infine ci sono i fuchi, maschietti di casa, che hanno un unico scopo: nel “volo nuziale” il più forte di loro deve “fidanzarsi” con la nuova regina permettendole così di poter deporre uova fecondate per tutta la sua vita.
Per il resto i fuchi vivono da veri e propri fannulloni facendosi perfino nutrire dalle api operaie e prima dell’inverno vengono allontanati a forza dall’alveare.
Questa nuova storia parla di Ernesto, un fuco un po’ maldestro che alla fine farà vedere a tutti quanto vale.

DOLOMITI. 120 ITINERARI CIRCOLARI

Andrea Rizzato e Andrea Favarato

DOLOMITI. 120 ITINERARI CIRCOLARI

Collana: Dolomiti
Pagine: 520
Formato: 13 x 19,5
Confezione: brossura
ISBN: 978-88-7389-121-5


“Quante volte, organizzando un’escursione, avete cercato nella cartina di chiudere un giro ad anello?” Obiettivo di questo libro è facilitarvi la cosa: proponendo delle escursioni per non camminare mai sullo stesso sentiero e per gustare scenari sempre nuovi. La guida presenta 120 escursioni in Dolomiti con diversi gradi di difficoltà: si spazia dai sentieri semplici a quelli più impervi, dalle vie ferrate ai viàz; sono presenti anche itinerari di più giorni, che permettono di realizzare delle vere e proprie Alte Vie circolari, con il vantaggio di poter partire e arrivare nello stesso punto.
Gruppi interessati: Cansìglio, Col Nudo e Cavallo; Dolomiti di sinistra Piave; Tèrze, Clap, Siéra e Créta Foràta; Rinaldo, Peralba e Avanza; Monti del Comélico orientale; Dolomiti di Aurónzo, Sèsto e Comélico; Antelào, Marmaròle e Sorapìss; Croda da Lago e Formìn, Tofane, Fànes e Sènnes, Cristallo, Col di Lana; Pèlmo, Bosconero, Civetta e Moiàzza; Tàmer e San Sebastiano, Prampèr e Mezzodì, Schiara; Alpi Feltrine; Pale di San Martino, Pale di San Lucano e Cima Pape; Marmolada; Sassolungo, Pùez e Odle; Lagorai e Cima d’Asta, Cima Bocche.

Il Trentino dei bambini. La guida

Silvia Conotter

Il Trentino dei bambini. La guida
325 voci, suddivise in 11 sezioni, vi porteranno alla scoperta delle passeggiate più suggestive, ma non solo. Parchi naturali, musei, sentieri tematici, laghi, proposte in quota, ma anche fattorie, maneggi, parchi avventura, grotte ed addirittura sorprendenti canyon.

Pagine: 168
Euro: 15,00
Formato: 15x21 cm
Confezione: brossura cucita
Codice ISBN: 9788868760793


In Trentino, dove la natura rappresenta un patrimonio collettivo tutelato e valorizzato, l’offerta per i bambini si fonda su presupposti ambientali altrove irripetibili, declinandosi in un’incredibile varietà di proposte. Se a questo si aggiunge la grande passione di chi ha dato vita a realtà genuine, originali ed attente ai bambini, il quadro diventa ancor più interessante. Questa guida è un’agile bussola in grado di fornire agli adulti di riferimento idee e informazioni utili per il tempo libero da trascorrere con i più piccoli: uno strumento utile e pieno di spunti che per la prima volta raccoglie e racconta i luoghi più significativi da visitare. Ben 325 voci, suddivise in 11 sezioni, vi porteranno alla scoperta delle passeggiate più suggestive, ma non solo. Parchi naturali, musei, sentieri tematici, laghi, proposte in quota, ma anche fattorie, maneggi, parchi avventura, grotte ed addirittura sorprendenti canyon. Un mondo da scoprire, grazie all’esperienza dell’autrice che fornisce tutti gli elementi per rivivere ogni proposta in serenità. Lasciandosi sorprendere solo dalla bellezza dei luoghi.

Un popolo, due patrie

Alberto Folgheraiter

Un popolo, due patrie
Il Trentino nel vortice della Grande Guerra (1914-1918)



Pagine: 232
Euro: 18,00
Formato: 17x24 cm
Confezione: brossura cucita
Codice ISBN: 978-88-6876-067-0



Cent’anni e se ne parla ancora. Quella Guerra che fu definita “grande” e che papa Benedetto XIV (1917) bollò come “inutile strage”, dal 2014 è al centro di convegni di studio, rievocazioni, seminari e manifestazioni. Soprattutto in Trentino-Alto Adige e nella Venezia Giulia, dove la chiamata alle armi si avviò un anno prima rispetto all’Italia.
Di solito, la storia è scritta dai vincitori.
In quella guerra i nostri nonni, mandati al fronte come vittime predestinate nell’estate del 1914, furono dalla parte dei vinti.
Invischiati e coinvolti, loro malgrado, in una “guerra tra parenti” quale fu il primo conflitto mondiale. Metà delle teste coronate d’Europa, infatti, era imparentata direttamente; l’altra metà per via dei matrimoni combinati tra le Cancellerie più che per l’iniziativa dei nubendi.
Quella sterminata carneficina si sarebbe potuta e dovuta evitare. Così non fu. Nelle Valli del Trentino, quando arrivò l’ordine della mobilitazione generale, i nostri nonni dovettero lasciare la zappa nel campo, la falce sul prato, la vacca nella stalla, la famiglia in lacrime. Non ne capivano la ragione ma furono costretti a obbedire. Leggi tutto…

La strada dei monti

Roberto Cremaschi


La strada dei monti
26 itinerari sui luoghi della Resistenza bergamasca


pagine 104
confezione brossura
euro 10,00 iva inclusa
prima edizione marzo 2015

 
Roberto Cremaschi ritorna agli escursionisti amanti della montagna e agli appassionati delle vicende resistenziali con questo nuovo libretto, che descrive 26 itinerari nei luoghi dove le forze partigiane hanno combattuto contro nazisti e fascisti nei diciotto mesi della Resistenza. Il territorio descritto è quello delle montagne della bergamasca. Sono i luoghi dei fatti d’arme più importanti, la Malga Lunga, Cornalba, Fonteno, Valzurio, Schilpario, ma anche le pendici collinari della città, come Villa Masnada. In queste zone i partigiani della 53ª e dell’86ª brigata Garibaldi, delle formazioni di Giustizia e Libertà, quali la XXIV Maggio, la Gabriele Camozzi, la Cacciatori delle Alpi 2° Dio Sciatori, la Francesco Nullo, le Fiamme Verdi di don Milesi e tanti altri raggruppamenti a volte spontanei e meno organizzati, tennero in scacco – con poche armi e in condizioni a volte difficilissime, come nel lungo inverno del ’44-45 – le preponderanti milizie fasciste e le truppe del Reich di Hitler. Una storia, oggi a settant’anni dalla Liberazione, dimenticata da quella parte del Paese che ritiene che si possa vivere senza memoria, come se ci si trovasse in un eterno presente, ma che, invece, pubblicazioni come questa ci invitano a ricordare anche salendo quei sentieri e giungendo, fisicamente, in quegli spazi dove si combatté per il riscatto della Patria e per un futuro di democrazia e giustizia sociale.
(dalla presentazione di Carlo Salvioni , Vice Presidente Anpi Bergamo)

Bestiario di incerta umanità

Giorgio Antoniacomi


Bestiario di incerta umanità
26 itinerari sui luoghi della Resistenza bergamasca


pagine 96
confezione brossura
euro 12,00 iva inclusa
prima edizione aprile 2015

 
Ci sono persone che non vorremmo mai incontrare. Poi, però, le incontriamo lo stesso. Sono persone che esprimono i vizi capitali di un’umanità meschina, perbenista, opportunista, superflua, fastidiosa. Di un’umanità malata. Questo volume raccoglie una galleria di tipi umani, quasi tutti in malafede: figure delle quali il mondo farebbe volentieri a meno. Le riconduce alla giusta dimensione, quella della caricatura e del paradosso.
E le manda a quel paese.
Questo libro è indignato e offeso, ma non generalizza e non contiene rancore. Se lo si legge con occhi puliti, racconta di un mondo che potrebbe essere diverso da quello che è.
E qualche volta ci riesce, come confermano alcune figure, animali bastonati dalla vita, che fanno capolino qua e là nella narrazione. Sono, ovviamente, una minoranza in estinzione.
È superfluo, o quasi, rilevare che ogni riferimento a persone, fatti o situazioni reali è del tutto casuale. Se qualcuno dovesse malauguratamente riconoscersi in qualche personaggio descritto in questi racconti è perché non esistono solo i neuroni-specchio, ma anche i racconti-specchio. Ma l’Autore non ne ha responsabilità alcuna: il peccato (trave o pagliuzza che sia) sta negli occhi di chi legge.

Il lago quasi mare

Alessandro Anderle


Il lago quasi mare


pagine 128
formato 115x195 mm
confezione brossura
ISBN 9788896014561
euro 12,00 iva inclusa
prima edizione marzo 2015

«Poi, come se sentisse la necessità di soddisfare un bisogno impellente, cominciò a scrivere. Scrisse una storia, un racconto particolare, un racconto irreale. Le vicende di quattro personaggi che si intrecciavano in una vita non vissuta, dove il confine fra realtà e fantasia era troppo labile per aspirare al verosimile. Aveva scelto come sfondo un luogo di rappresentazione e collegamento, un luogo avvolto nella nebbia. Quando suo padre lo lesse ne rimase disgustato».
«Sono passati vent’anni ormai. Vent’anni di carriera, vent’anni di pazienti, vent’anni di ricordi sparsi nella nebbia e nel vento. Oggi, come ogni anno, sono tornato qui. Nulla ha avuto il coraggio di cambiare. Il lago che sembra quasi un mare mi guarda mellifluo nelle sue onde, il salice mi canta la stessa canzone a vento stonato. Io sono sempre, maledettamente, lo stesso. Gli anni non cambiano la sostanza di un uomo, negli anni un uomo non riesce a capire di che sostanza sia fatto».