La strada dei monti

Roberto Cremaschi


La strada dei monti
26 itinerari sui luoghi della Resistenza bergamasca


pagine 104
confezione brossura
euro 10,00 iva inclusa
prima edizione marzo 2015

 
Roberto Cremaschi ritorna agli escursionisti amanti della montagna e agli appassionati delle vicende resistenziali con questo nuovo libretto, che descrive 26 itinerari nei luoghi dove le forze partigiane hanno combattuto contro nazisti e fascisti nei diciotto mesi della Resistenza. Il territorio descritto è quello delle montagne della bergamasca. Sono i luoghi dei fatti d’arme più importanti, la Malga Lunga, Cornalba, Fonteno, Valzurio, Schilpario, ma anche le pendici collinari della città, come Villa Masnada. In queste zone i partigiani della 53ª e dell’86ª brigata Garibaldi, delle formazioni di Giustizia e Libertà, quali la XXIV Maggio, la Gabriele Camozzi, la Cacciatori delle Alpi 2° Dio Sciatori, la Francesco Nullo, le Fiamme Verdi di don Milesi e tanti altri raggruppamenti a volte spontanei e meno organizzati, tennero in scacco – con poche armi e in condizioni a volte difficilissime, come nel lungo inverno del ’44-45 – le preponderanti milizie fasciste e le truppe del Reich di Hitler. Una storia, oggi a settant’anni dalla Liberazione, dimenticata da quella parte del Paese che ritiene che si possa vivere senza memoria, come se ci si trovasse in un eterno presente, ma che, invece, pubblicazioni come questa ci invitano a ricordare anche salendo quei sentieri e giungendo, fisicamente, in quegli spazi dove si combatté per il riscatto della Patria e per un futuro di democrazia e giustizia sociale.
(dalla presentazione di Carlo Salvioni , Vice Presidente Anpi Bergamo)