La modernità di Maria Montessori

Autori Vari


LA MODERNITÀ DI MARIA MONTESSORI TRA SCIENZA E PEDAGOGIA
ATTI DELLA TAVOLA ROTONDA
SABATO 22 NOVEMBRE 2014 • TEATRO S. MARCO
a cura dell’Associazione Il Melograno - Centro Informazione Maternità e Nascita - sede di Trento



pagine 76
confezione brossura
formato 150x210 mm
euro 10,00 iva inclusa
prima edizione agosto 2015


Il pensiero e il metodo educativo di Maria Montessori rappresentano una proposta culturale di altissima qualità che, permette di «resistere al rumore delle mode didattiche e pedagogiche, di pensare l’essenziale, di distinguere l’importante dall’interessante» e capire che “l’importante”, oggi più che mai è il bambino, quel singolo bambino, a scuola e in famiglia, con la sua storia, i suoi desideri, le sue capacità, i suoi bisogni.

Testi di: Maria Clotilde Pini (Allieva di Maria Montessori e Anna Maria Maccheroni, Direttrice di scuole Montessori), Giuliana Mieli (Filosofa e psicoterapeuta), Giacomo Cives (Professore Emerito di Storia della Pedagogia, Università La Sapienza), Raniero Regni (Professore di Pedagogia Sociale, dipartimento Scienze Umane, Università LUMSA) Anna Maria Bianconi (Formatrice corsi di specializzazione ONM), Benedetto Scoppola (Presidente ONM, Università Tor Vergata).

«L’idea di Montessori attraversa il tempo e conserva intatto il suo calore anche oggi. Le sue scoperte fatte un secolo fa vengono confermate dalla ricerca psicopedagogica e dalle neuroscienze; le sue risposte educatice sono più vere ed utili oggi (….). Montessori ci può aiutare a ripensare l’educazione nel tempo dell’incertezza, a non giocare mai al ribasso quando si tratta di capire che nell’epoca delle passioni tristi i bambini sono la vera password per il futuro». Raniero Regni