Trentino

A cura di Alberto Folgheraiter

Trentino
Meraviglioso Wunderbar Wonderful

Pagine: 240
Euro: 35,00
Formato: 28x28 cm
Confezione: cartonato
Codice ISBN: 978-88-6876-119-6

Il Trentino dei laghi e delle Dolomiti, dei boschi e della fauna, della storia e della cultura, il Trentino degli uomini che lo abitano da ottomila anni è proposto in questo libro fotografico affidato a una decina di fotografi. Hanno fissato immagini conosciute e scorci inediti di una terra a forma di farfalla, frastagliata nelle sue diramazioni e nelle sue valli come una foglia di vite. Un paesaggio da fiaba dove scorre il vino fin dal tempo dei Reti e dove sgorga l’acqua dei ghiacciai millenari.
Un territorio che, per conformazione geografica e indole dei suoi abitanti, ha sempre fatto da ponte fra due culture: il mondo latino e il mondo germanico. Per quasi mille anni fu terra dell’imperatore ma il Papa di Roma vi convocò un concilio, il Tridentino, che per secoli segnò la storia della Chiesa e con essa dell’umanità cristianizzata.
Piccola terra dentro l’Europa, il Trentino vive al proprio interno un caleidoscopio di culture e di lingue, di etnie e di popoli antichi: dai Ladini di Fassa ai Mocheni della Valle del Fersina, ai Cimbri degli altipiani di Folgaria e Lavarone. Una piccola terra fra i monti che, dal 1948, gode di una speciale autonomia amministrativa che in mezzo secolo ha portato sviluppo, benessere diffuso, e ha consentito di investire nella cultura, nell’arte e nella cura del paesaggio cospicue risorse. Fin dalla metà del XIV secolo, simbolo della città e del territorio provinciale è un’aquila fiammeggiante, lo stemma boemo di San Venceslao, a testimonianza di antichi legami con il cuore d’Europa.
Un “Trentino meraviglioso”, faticosamente rinchiuso in 200 fotogrammi di uno scrigno editoriale pensato per gli ospiti e per chi ci vive. Un album da sfogliare stagione dopo stagione, memoria di un soggiorno, una sintesi di ciò che è e di ciò che i Trentini vogliono sia la loro terra, la loro storia di domani.
L’editore ha affidato l’introduzione e le didascalie che accompagnano le immagini al giornalista-scrittore Alberto Folgheraiter; il progetto e la cura del dettaglio al grafico Fabio Monauni.